Lifters

Registrati e diventa utente di LIFTERS, il forum del Bodybuilding!
Lifters

Ultimi argomenti

» presentazione
Gio Apr 11, 2013 12:17 am Da sardu

» allenamento a casa?
Mar Mar 26, 2013 5:53 pm Da sardu

» Mi presento
Mar Mar 26, 2013 3:14 pm Da sardu

» MR10 si rinizia ...ma come?
Ven Ago 31, 2012 5:49 pm Da MR10

» ciao
Ven Feb 17, 2012 9:24 pm Da gareth66

» Hola
Dom Ott 02, 2011 5:55 pm Da Mr.Ripped

» sono molto giovane u.u
Dom Lug 31, 2011 11:26 pm Da Cobra85

» Ciao!
Gio Giu 02, 2011 2:04 pm Da nett

» Aumento massa
Lun Mag 23, 2011 12:03 pm Da Soan

Marzo 2017

LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Calendario Calendario

allenamento a casa?

Gio Mar 18, 2010 4:15 pm Da elisaro

ciao a tutti...purtroppo ho poco tempo per la palestra tra lavoro e il mio bimbo....secondo voi si può fare un allenamento almeno buono anche a casa? mia sorella mi ha consigliato di munirmi di attrezzi "di qualità" (lei mi ha detto di guardare su http://attrezzature-fitness.it/accessori_fitness_e_giochi.html). altri consigli?tipo quanto allenamento fare? quale attrezzo comprare?

MR10 si rinizia ...ma come?

Ven Ago 31, 2012 5:49 pm Da MR10

Ciao a tutti sono nuovo del forum,
mi alleno da circa 3 anni,anche se l'ultimo fatto molto male e con poca costanza ,adesso ho deciso di riniziare per bene.Ho 22 anni sono alto 1.76 e peso 62kg.
Sono fermo ormai da un mese e da lunedì vorrei riniziare per bene..
ecco quello che avevo pensato di fare per ricominciare:(ovviamente ipertrofia)
3 sedute settimanali

a.Petto / Spalle / tricipiti



[ Lettura completa ]
Aumento massa

Lun Mag 23, 2011 12:03 pm Da Soan

Ciao a tutti, ho letto alcune discussioni legate allo sviluppo della massa, ma alcuni dubbi rimangono e li riassumo di seguito:

Ho capito che per sviluppare al meglio la massa (e comunque in generale) servono allenamento, riposo ed alimentazione, partendo da qui:

Allenamento: io mi alleno anche 5 volte a settimana da lunedì a venerdì, sabato e domenica vado a fare qualche chilometro di …

[ Lettura completa ]

I link amici di Lifters


    Capacità contrattile

    Condividere
    avatar
    Tarantino
    WebMaster

    Numero di messaggi : 2215
    Età : 30
    Località : Taranto
    Misure : Non le sò, ma sono il più grosso, il più bello, il più dotato ed il più perfetto del forum!
    Reputazione : 22
    Punti : 1667
    Data d'iscrizione : 13.11.08

    Capacità contrattile

    Messaggio Da Tarantino il Sab Giu 20, 2009 9:11 pm

    In questa piccola parentesi parleremo di come "funzionano" i nostri muscoli, dando uno sguardo superficiale a cosa avviene quando lavoriamo coi pesi.

    Spero di scrivere cose non banali, e che tornino utili a molti.

    Innanzitutto dobbiamo chierire che i muscoli presenti nel nostro corpo hanno una capacità di contrarsi, volontariamente ed involontariamente in base a stimoli ormonali e neurali, che accorciano o allungano i ponti trasversali creando così il movimento.

    Analizzando un pò più a fondo, dobbiamo dire che i muscoli sono costituiti da dei filamenti, che sono di 2 tipi: spessi e sottili.

    I filamenti sono inseriti all'interno del sarcomero, che è l'unità contrattile di base ed è formato da meccanoproteine, quali actina e miosina.
    L'unione di più sarcomeri avviene attraverso i dischi z, che posizionati in modo contiguo formano i filamenti intermedi.
    I filamenti sottili contengono actina e tropomiosina, mentre quelli spessi sono ancorati ai dischi z e al loro interno è contenuta la miosina, una molecola molto complessa formata da una testa ed una coda.
    Ogni molecola di miosina è suddivisa in 6 subunità.( poi scriverò qualcosa di più approfondito).

    Senza scendere troppo in particolari, possiamo dire che le varie code si uniscono dando così vita ai filamenti, mentre nelle teste è possibile un legame con l'actina, ed inoltre è presente un sito enzimatico che attravarso l'idrolisi dell'atp e di adp+pi(fosfato inorganico), accorcia il sacromero avvicinando i dischi z, creando di conseguenza il movimento.

    La contrazione avviene attraverso dei processi che convertono l'atp in energia, attraverso 4 fasi schematiche in cui l'atp viene legato alla miosina creando adp+pi+miosina.
    Questo "composto", altamente affine all'actina, si lega formando actina+miosina+atp, rilasciando adp+pi e modificando la testa della miosina.
    A questo punto, una nuova idrolisi dell'atp rigenera il processo.

    Questo processo di idrolisi di atp in adp crea energia rilasciata anche sottoforma di calore(45% circa dell'energia prodotta), dedicando parte di questa energia allo spostamento(slittamento) dei ponti trasversali, che attraverso un movimento di slittamento(appunto:D), avvicinano le fibre di actina al centro del sarcomero, creando così un movimento di circa1x10^-8 metri, sviluppando una forza che va dai 5 ai 10x10^-12.
    Una consistente quantità di slittamenti provoca uno spostamento consistente, quindi un accorciamento dei ponti trasversali abbastanza grande.

    Contrazione isotonica ed isometrica:
    Arrivati a questo punto bisogna dire che la capacità di contrazione varia in base a vari fattori, quali velocità, lunghezza e forza.
    La contrazione isometrica non determina una variazione della lunghezza delle fibre.
    L'espressione della forza è dovuta alla grandezza della cellula ed alla quantità di filamenti.
    La massima espressione di forza consente di sviluppare x ogni cm^2 di muscolo, circa 3 kg di forza, mentre la velocità contrattile è massima quando quando il carico è pari allo zero, e diminuisce all'aumentare del carico.


    Considerate che il processo è molto complesso e l'ho semplificato x renderlo accessibile a tutti...questo è una bozza, poi lo completo che ora devo scappare.

      La data/ora di oggi è Dom Mar 26, 2017 12:15 pm